Le montagne svizzere sono il motivo principale per il viaggio più menzionato dagli ospiti russi, secondo il sondaggio del Monitor del Turismo Svizzero 2017 (TMS). La maggior parte dei turisti russi interrogati sull’attività sportiva che più li appassiona ha risposto che ama l’escursionismo (minimo 2 ore).

Per attirare sulla Svizzera l’attenzione di un numero ancora maggiore di appassionati di attività outdoor, Svizzera Turismo ST ha organizzato a luglio 2018 un «familiarization trip» (Fam-Trip, viaggio di familiarizzazione): vi hanno partecipato 36 esperti di viaggio tra cui operatori e agenti turistici, esperti di servizi concierge, fitness club e altri offerenti con affinità alle attività outdoor.

Quiz

Qual è, secondo il TMS 2017, il motivo principale della decisione degli ospiti russi di trascorrere le vacanze in Svizzera?

  1. Attrazione per la Svizzera
  2. Montagne
  3. Esperienza urbana
La tua risposta è giusta.
La tua risposta è quasi giusta.
La tua risposta è sbagliata.

Nell’ambito del sondaggio TMS, gli ospiti russi intervistati hanno potuto scegliere tra 120 aspetti. Il motivo principale del viaggio menzionato più di frequente è stato le montagne (10%), seguito da un’attrazione generale per la Svizzera (7,1%) e dall’esperienza urbana (5,4%). 

Ripeti quiz

ST ha suddiviso gli esperti di viaggio in base ai loro interessi in quattro gruppi, con viaggi e attività in varie destinazioni: il programma includeva escursionismo, ciclismo, kajak, stand-up-paddling e wakeboarding a Davos, Zermatt, Leukerbad e Lucerna. Tutti si sono infine incontrati ad Andermatt per presentare le proprie esperienze agli altri partecipanti al viaggio informativo, con la possibilità, tra l’altro, di configurare i pacchetti di viaggio sulla base delle esperienze e delle informazioni acquisite durante il Fam-Trip. I partecipanti si sono divertiti molto, come dimostrano i complessivi 300 contributi postati dagli stessi su Facebook e Instagram.

Già per l’estate 2019 gli esperti ST per la Russia prevedono 1 000 pernottamenti alberghieri in più rispetto all’anno precedente generati da ospiti estivi russi in montagna.